saleya1859La Restaurazione sabauda
L’Impero napoleoniano favorisce i balli a maschera nei salotti della nobiltà. Le manifestazioni popolari sono spesso organizzate e controllate dalle confraternità religiose.
Carnevale cambiò d’aspetto durante l’inverno 1830. Carlo Felice soggiornando a Nizza colla sposa e tutta la corte, assistì all’omaggio della città dal balcone del Palazzo reale : battaglie di fiori, di coriandoli e di confetti mentre le vetture sfilavano sul Corso Saleya. Era l’inizio del « corsò carnavalesco ».

prefectureBattaglie di confetti
Mentre Nizza diventava francese, nel 1860, l’aristocrazia europea prese l’abitudine di soggiornare nella città durante l’inverno. Le battaglie di confetti (veri e non di carta come oggi), o di diversi proiettili (sigari, fiori, faggioli, piselli, farine, crusca, segatura, arancie, uova…) diventano allora il divertimento principale del Carnevale. Tale fù il successo che questa pratica si sviluppò in tutta Europa ed anche in America.


saetoneIl « Comité des Fêtes »
Coll’avvenimento della Repubblica, nel 1871, Nizza si dette una nuova struttura affinchè « sia reso al Carnevale il vigore d’un tempo ». Naque il « Comité des Fêtes » nel 1873. Presiedeva Andriot Saëtone, giovane funzionario di stato ed era composto di ricchi invernanti francesi e stranieri.
Di fatti, si trattava anche di ricuperare la clientela d’invernanti che ormai preferiva San Remo e la Riviera di Ponente alla Francia, minacciata, secondo loro, dai « Rossi » dopo la « Commune de Paris » del 1870-71.
Nella buona tradizione vittoriana, le feste carnevalesche somigliavano alle manifestazioni di carità ed altre opere di beneficenza. La prima sfilata di carri, cavalcate, mascherate, partecipanti isolati fu premiata, e ciò per la prima volta.
confettiCosì, Nizza diventava notevole fra gli altri carnevali urbani (Rio di Janeiro, Viareggio, Nuova-Orléans, Quebec…) che appaiono anche alla fine del novecento. Presente nei palchi, se non addiritura sulla sfilata, tutta l’aristocrazia europea apprezzava la qualità del « corsò carnevalesco », prima corso Saleya, nella vecchia città ed in poi Piazza Massena.

affiche1882programme1886

 

Utilisez ce formulaire pour contacter la rédaction de Nice RendezVous, pour nous adresser vos communiqués et prière d'insérer. Vous pouvez joindre jusqu'à 5 photographies et documents au format PDF (taille maximum : 1 Mo) en cliquant sur le bouton Ajouter les fichiers.

 

1000 caractères restants
Ajouter les fichiers